E le donne, dove sono?

E le donne, dove sono?

Le donne tech in BlaBlaCar

La Giornata Internazionale della Donna è un’ottima occasione per ricordare quanto le donne siano ancora poco rappresentate nel settore tech.

Nella Silicon Valley, circa il 70% dei lavoratori sono uomini, e la disparità è ancora più marcata nei ruoli dirigenziali o nei lavori tech. In Europa, l’ecosistema delle start-up conta solo il 21% di donne. Il rischio per i team privi di diversità, di qualsiasi tipo, è quello di mantenere la loro omogeneità anche nello sguardo sui progetti, mentre per innovare occorrono prospettive diverse alimentate da culture, lingue e educazioni diverse.

Per quanto riguarda BlaBlaCar, il 44% dei dipendenti sono donne, ma i nostri team tech se ne contano solo il 5%. Siamo consapevoli della lunga strada che bisogna ancora percorrere. Per sostenere le donne nella tecnologia, BlaBlaCar vuole condividere l’esperienza di alcune sue dipendenti: i loro percorsi e le loro esperienze possono ispirare altre donne a dedicare la propria formazione a un settore nuovo che ha bisogno di loro!

Gaëlle Durivault Guillot

Sono Engineering Manager in BlaBlaCar, responsabile dei team iOS, Android e Quality Assurance.

Mi sono diplomata alla École Nationale Supérieure des Mines di Saint-Étienne, una scuola di ingegneria generale. Ho dimostrato subito interesse per la matematica e quando ho cominciato a studiare informatica tra le materie opzionali mi sembrava davvero la cosa più logica da fare. Ho continuato però a privilegiare una formazione più generale con l’idea che potesse aprirmi gli orizzonti. Solo al secondo anno ho finalmente deciso di specializzarmi in informatica.

Ho cominciato a lavorare come Software Engineer e ho colto la prima occasione che mi si è presentata per vivere e lavorare negli Stati Uniti, in Amazon. Lì, sono cresciuta professionalmente e diventata Engineering Manager. Dopo cinque anni, sono rientrata in Francia per lavorare in BlaBlaCar.

La cosa importante è non farsi influenzare dai consigli di chi non è ben informato e allargare il più possibile i propri orizzonti. Scegliere un percorso di studi in ambito scientifico non costringe a un ambito ristretto e specialistico ma apre nuove porte, quindi se ti interessa la matematica, come risolvere problemi logici e come hackerare una calcolatrice, o se sogni la tua piccola app rivoluzionaria, buttati!

Non posso negare che mondo degli ingegneri e in particolare degli informatici sia prevalentemente maschile. Ma non ho mai percepito questo come un freno o come qualcosa di cui preoccuparmi nella vita di tutti i giorni. Al contrario, essere l’eccezione permette di apportare un valore al team di cui si fa parte: negli Stati Uniti, il mio gruppo di lavoro era composto da profili molto diversi tra loro: eravamo un brasiliano, un cinese, un messicano-americano, un manager indiano e io, la sola donna e l’unica europea. La difficoltà è piuttosto nell’assenza di modelli di donne che hanno avuto successo in questo ambiente e in cui sia possibile identificarsi tanto all’inizio della carriera quanto dopo dieci anni. Spero che le nostre testimonianze aiuteranno altre donne a immaginare il proprio futuro nella mondo tech!

Segui Gaëlle su Linkedin

Alizée Camarasa

Sono Android Developer da due anni. Faccio parte di un team di quattro persone e lavoriamo tutti su tutte le parti dell’app Android di BlaBlaCar (implementiamo le nuove funzionalità, correggiamo i bug, miglioriamo le performance…). Il mio lavoro consiste nello scrivere il codice necessario a dare vita alle funzionalità pensate insieme ai Product Manager e agli UX/UI Designer.

Ho scelto un percorso di studi scientifico e un diploma universitario in Métiers du Multimedia et de l’internet. Poi sono entrata nella scuola di ingegneria IMAC a Marne la Vallée che unisce arti (principalmente audiovisive) e scienza (principalmente informatica). All’ultimo anno ho optato per la specializzazione web e mobile. E dopo sei mesi di stage e quattro di esperienza professionale mi sono unita a BlaBlaCar.

Alle Developer viene spesso chiesto se il loro non sia un percorso troppo difficile visto che le donne una minoranza in questo settore. A dire la verità, io mi sono sempre sentita a mio agio nel tech! Mia madre è stata Developer, poi Tech Manager, e questo mi ha aiutata e immaginare la mia carriera e il mio futuro. E, anche nella mia scuola, per il 40% eravamo donne. Soltanto iniziando a lavorare mi sono ritrovata effettivamente a essere una delle poche donne di un team.

Il mio messaggio è: ragazze, se siete appassionate di informatica, andate avanti! Niente vi può impedire di farlo!

Segui Alizée su Linkedin

Sophie Sysavath

Lavoro in BlaBlaCar da poco più di un anno come Data Analyst. Il mio lavoro consiste nell’accompagnare i cambiamenti che i team effettuano sul sito o sulle app di BlaBlaCar.

Nella fase iniziale di ogni progetto, io fornisco analisi basate sui dati di utilizzo. Una volta che il team decide di creare una nuova funzione, definisco e metto in atto i processi che ci consentiranno di sapere se abbiamo raggiunto i nostri obiettivi e facilitato realmente l’utilizzo del carpooling ai nostri utenti.

Dopo una formazione da ingegnere (Supélec e IFP School), ho fatto una breve esperienza nel settore petrolifero (sono stata economista in Total) e nella consulenza strategica; poi sono entrata in BlaBlaCar. Sono a mio agio con l’idea di cambiare settore e attività, se mi permette di approfondire qualcosa che amo fare. Questo è il mio consiglio per tutte: osate!

Segui Sophie su Linkedin

Perrine Boissières

Sono Front End Developer da più di due anni. Il mio lavoro consiste nel creare e migliorare le interfacce del sito e della versione mobile, cioè le pagine visibili e utilizzabili da milioni di utenti.
Il web mi interessa da quando ero piccola, già a scuola mi divertivo a creare siti – e non ho mai smesso! Dopo un percorso di studi scientifico mi sono iscritta a Supinfo ma mi sono fermata dopo due anni e mezzo per entrare alla scuola Isart digital che forma alle tecnologie web e mobile per i videogiochi, altra mia grande passione!
In una classe di 18 persone ero la sola ragazza, ma mi trovavo bene perché finalmente ero in un gruppo in cui tutti condividevamo la stessa passione e volevamo fare le stesse cose: non c’erano barriere tra noi.
Il mio messaggio: non abbiate paura di condividere le vostre passioni e le vostre inclinazioni, non importa se a qualcuno possano sembrare strane o fuori dalla norma, perché troverete sempre qualcun altro che le condividerà con voi!

Segui Perrine su Linkedin

Nicola-Marie

Sono Coach Agile in BlaBlaCar. Se non avete idea di che cosa faccia un Coach Agile vi consiglio di guardare questo video che ho creato con l’aiuto di un collega ingegnere e artista, Jean-Marc Charles.

Diplomata in Informatica, ho cominciato a lavorare come ingegnere di sviluppo.
I miei primi anni di lavoro sul ciclo di vita dei software mi hanno permesso di maturare un’esperienza abbastanza completa: dal codice al testing, passando per i diversi processi di sviluppo.
In quel periodo lavoravo secondo il metodo Waterfall. Poco a poco mi sono interessata ai metodi Agile e ai loro benefici sulla gestione dei progetti informatici.

La mia vita professionale mi ha portata a lavorare in sei Paesi in ruoli sempre diversi: Program Manager, Scrum Master, redattrice tecnica, tutor universitario e formatrice.
Continuo a imparare alternando la formazione tecnica allo sviluppo personale: tra le tante, ho conseguito la Scrum Master Certification; la certificazione VCA-DCV (VMware Certified Associate – Data Center Virtualization); e un diploma che mi abilita alla formazione e all’insegnamento.
Sono stata molto felice di partecipare al programma di mentorship Women in Tech del Web Summit e di essere stata una dei 75 mentori provenienti da tutto il mondo con cui i partecipanti hanno potuto confrontarsi.

Il mio consiglio alle donne e agli uomini interessati a una carriera nel tech è: siate curiosi e seguite le vostre passioni. Provate nuovi metodi e tecnologie. E sviluppate costantemente le vostre competenze, così imparerete cose nuove e conoscerete persone nuove. Il mondo del tech offre tante opportunità: ed è per questo che sono così felice di lavorare in questo settore.

Che dite, le nostre ragazze vi hanno convinte? Unitevi alla nostra avventura, c’è bisogno di voi!

Scopri di più

Community

Proseguendo la navigazione sul nostro sito, accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra per effettuare analisi e produrre contenuti e annunci in linea con i tuoi interessi. Leggi la nostrainformativa sull'utilizzo dei cookies

Offri un passaggio